PRODUCT INFORMATION FILE

PRODUCT INFORMATION FILE

2 Set , 2015,
Giovanna Rossoni
,
No Comments

Il P.I.F. o PIF (Product Information File) è un insieme di documenti informativi sul prodotto cosmetico. È stato introdotto nel regolamento sui prodotti cosmetici CE 1223/2009 del Parlamento Europeo, il quale è andato a sostituire la direttiva sui cosmetici 76/768/CEE che per anni ha regolato la composizione, il confezionamento e l’etichettatura dei prodotti cosmetici finiti e immessi sul mercato dell’unione Europea.

  • Hai bisogno di maggiori info?

  • Vuoi un aiuto per non commettere errori?

Contattaci ORA!


I provvedimenti di tale Regolamento sono diventati esecutivi a partire dall’11 luglio 2013, prima di questa data ogni prodotto cosmetico aveva un dossier tecnico. Sostanzialmente non ci sono grandissime differenze con quest’ultimo, il PIF rispetto al vecchio dossier presenta in aggiunta informazioni relative alla valutazione della sicurezza, le quali vengono redatte all’interno di una relazione sulla sicurezza del prodotto cosmetico. (come previsto dall’allegato I del regolamento).

Il PIF deve presentare numerose sezioni, tra le quali:

  • Descrizione del Produttore/Importatore/Distributore:
  • Descrizione del prodotto cosmetico
  • Descrizione quali/quantitativa di ogni formula contenuta nel prodotto
  • Dati sulla Stabilità e sulla Microbiologia del prodotto
  • Profilo tossicologico delle sostanze impiegate
  • Descrizione di possibili effetti indesiderabili legati all’uso del prodotto
  • Relazione sulla sicurezza del prodotto cosmetico
  • Valutatore della sicurezza e relative credenziali
  • Metodi di fabbricazione e dichiarazione di conformità con le norme di buona fabbricazione
  • Prova degli effetti attribuiti al prodotto
  • Dati relativi alla sperimentazione animale

Alle sezioni sopra descritte, vengono aggiunte anche le schede di sicurezza delle sostanze impiegate e del prodotto stesso, nonché i dati utilizzati per la Notifica CPNP.

Questa documentazione va redatta per ogni prodotto che si definisce Cosmetico e che viene immesso sul mercato dell’UE.

Quindi si dovranno conformare al regolamento le imprese produttrici di cosmetici nell’UE e tutte le imprese che ne importano dai paesi extra UE.

La nuova normativa si applica sia ai prodotti cosmetici di nuova produzione sia a quelli già esistenti sul mercato prima dell’11 luglio 2013. Per questi ultimi è richiesto semplicemente un aggiornamento del dossier tecnico.

Per quanto riguarda la stesura del PIF sono tre le figure di riferimento:

  • La persona responsabile ovvero la persona fisica o giuridica che si occupa dell’immissione del prodotto cosmetico sul mercato, la quale dovrà raccoglierne le informazioni specifiche, conservarle e metterle a disposizione delle autorità competenti dello stato membro dove è conservato il P.I.F.
  • Il distributore del prodotto cosmetico che dovrà coadiuvare la persona responsabile e le autorità competenti per far sì che il documento sia conforme al regolamento
  • Il valutatore della sicurezza del prodotto cosmetico che appunto si dovrà occupare di dimostrare e garantire la sicurezza del prodotto immesso sul commercio.

Altro aspetto fondamentale riguarda la conservazione del PIF cosmetico o pif per cosmetici che dovrà avvenire presso l’indirizzo della persona responsabile (riportato sull’etichetta del prodotto cosmetico), in formato elettronico o cartaceo. Il documento dovrà essere conservato per 10 anni a partire dalla data dell’ultimo lotto del prodotto immesso sul mercato.

In ogni caso la redazione del documento non è di semplice stesura, si consiglia quindi di affidarsi a società adatte che collaboreranno con i soggetti responsabili per far sì che il documento sia conforme alla normativa prevista.

Contattaci ORA, non commettere errori!


Riferimenti
Regolamento ce 1223/2009 del parlamento europeo
Linee guida per la redazione del P.I.F. di Colipa

Puoi aver trovato questo articolo cercando gmp cosmetici, product information file cosmetics, pif cosmetics,
pif cosmetici, notifica cosmetici, cosmetici normativa, pif cosmetica

The following two tabs change content below.

Giovanna Rossoni

Laureanda in farmacia e terapista in medicina ayurvedica, Giovanna Rossoni sta terminando il suo percorso di studi presso l'università Statale di Milano. Argomento della sua tesi di laurea, in programma per febbraio 2016, è l'uso della Bacopa Monnieri, pianta della tradizione ayurvedica, in occidente. Specializzata in ayurveda è interessata alle medicine non convenzionali, alla nutrizione ed alla cosmesi. Curriculum vitae

Ultimi post di Giovanna Rossoni (vedi tutti)