Tag Archives: analisi dati

Fare business in modo intelligente

2 Lug , 2013,
Roberto Robecchi
, ,
No Comments

L’insieme di strumenti informatici giusto può fare la differenza in azienda trasformando le informazioni di cui si dispone in conoscenze preziose e produttive

Business intelligence o intelligenza nel business? La domanda, che può sembrare retorica o scontata, in realtà ci permette di fare subito alcune riflessioni. Negli ultimi anni si sono affacciati sul mercato numerosi strumenti per analizzare i dati disponibili in azienda, sia che provengano dalla produzione, sia che provengano dall’amministrazione o dal marketing/vendite. Taluni strumenti sono più raffinati, altri meno, ma offrono comunque una capacità di calcolo e di sintesi inimmaginabili fino a pochi anni fa.

Il primo passo è trasformare le informazioni in conoscenza, cioè quell’insieme di aspetti, analisi, emozioni (elementi squisitamente umani) che ci permettono di riflettere e prendere una decisione per percorrere una strada. Facciamo un esempio concreto: quando guidiamo un’automobile osserviamo attentamente (o almeno così dovremmo fare…) la strada, pronti a intervenire se il semaforo diventa rosso, o attraversare l’incrocio se il semaforo è verde. Anche se con il passare degli anni molti aspetti della nostra guida diventano meccanici, siamo sempre vigili e ci fermiamo al semaforo rosso.

Spesso viaggiamo con il pilota automatico, come se avessimo preso un’autostrada e ci lanciassimo a piena velocità, sicuri della nostra esperienza, incuranti del traffico crescente, degli svincoli che non tutti rispettano per entrare o uscire, delle frenate improvvise senza apparenti ragioni. E quando questi “imprevisti” accadono cerchiamo risposte (sarà successo un incidente? Perché sono tutti fermi?) che difficilmente riusciamo a trovare.

Ecco, abbiamo tutte le nostre esperienze e sicurezze, ma basta un rallentamento per coglierci sì, pronti a frenare, ma ignari delle cause che ci hanno costretto a quel comportamento.

Da un po’ di tempo a questa parte la tecnologia ci ha fatto assaggiare alcune prelibatezze: i sistemi di guida assistita, i navigatori aggiornati in tempo reale sulle condizioni del traffico, ecc. Che meraviglia! Ora possiamo andare ovunque e avere una voce suadente che ci consiglia, e ci fa evitare incidenti, ingorghi… Ma se poi tutti hanno lo stesso navigatore e tutti prendono la stessa deviazione, cosa si risolve? Ci ritroviamo tutti ancora fermi in coda!

Oggi abbiamo tutti gli elementi per fare le nostre riflessioni: ci siamo abituati a certi modelli di business, che hanno funzionato bene per anni, ma ora il traffico è aumentato esponenzialmente, e dobbiamo disporre di navigatori evoluti che ci permettano di interagire in tempo reale prima dei nostri concorrenti, con mercati in rapida evoluzione.

Servono strumenti snelli, immediati, efficaci che stimolino il nostro “pilota automatico”, con i semafori verdi e rossi a indicarci quando frenare o porre attenzione, aiutandoci a prendere le giuste direzioni in pochi secondi, con la certezza di essere supportati dalle giuste informazioni… Perché la strada la conosciamo, ma non sappiamo quanto è ancora libera, quanto densa di possibili imprevisti.

Sistemi complessi per decisioni complesse, ma facili da usare, che ci “comunichino” la strada libera o ci suggeriscano i percorsi alternativi, liberi di dedicarci a nuove strategie. Strumenti per stimolare, per crescere: definire gli obiettivi, personalizzarli, verificare puntualmente le performance nei tempi previsti, secondo tabelle di marcia ben scandite.